lunedì 24 aprile 2017

Recensione - La mia sfida più grande di Terri Osburn

Autrice: Terri Osburn
Editore: Amazon Crossing
Pagine: 318
Data di pubblicazione: 24 aprile 2017
Prezzo e-book: € 3,99
Prezzo cartaceo: € 9,99


L’amore ti attende dove meno te lo aspetti.


Sinossi: Lucas Dempsey è fuggito da Anchor Island subito dopo il diploma per allontanarsi dall’isola in cui è cresciuto e dedicarsi alla carriera legale. Quando però il padre ha un attacco cardiaco, non può che offrirsi volontario per gestire il ristorante di famiglia, nonostante l’ego ancora a pezzi per colpa di Beth, la fidanzata che l’ha lasciato per il fratello maggiore.
Sid Navarro, meccanico irriverente, è lieta di mettere da parte i suoi attrezzi per aiutare i Dempsey. Finché non si rende conto che lavorerà insieme a Lucas, il suo amore segreto fin da ragazzina. Sid sa che mostrare i suoi veri sentimenti significherebbe farsi spezzare il cuore, ma la tentazione di avere Lucas nel suo letto è troppo forte per resisterle.
Dopo un inizio burrascoso, le cose tra Lucas e Sid si faranno bollenti. E a un tratto separarsi diventerà una sfida che forse nessuno dei due avrà più intenzione di vincere.



Sono dieci anni che Sid è segretamente innamorata di Lucas.
Nonostante il tempo che scorre e il fatto che lui viva lontano da Anchor Island, il sentimento che nutre è sempre lì, imprigionato nel suo cuore speranzoso.
Quel piccolo vuoto che sente però, non le impedisce di godersi appieno la vita, di fare il lavoro che ama e di sognare, sognare in grande. Perché Sid ha un desiderio che vuole esaudire a tutti i costi: aprire un’officina tutta sua.
Sì… per una donna è un’ambizione un po’ strana, ma non per Sid Navarro, cresciuta in mezzo agli uomini da altri uomini e che di sicuro non ha paura di sporcarsi le mani. Lei è una tutta d’un pezzo, che non si scompone mai nemmeno davanti ai maschi più burberi.
E anche quando si ritroverà davanti a Lucas – tornato ad Anchor Island per un problema del padre – rimarrà nella sua bolla intimidatoria e non lascerà trasparire niente di ciò che prova.
Ma come farà a rimanere così impassibile visto che dovranno lavorare insieme nel ristorante della famiglia di lui?

La prima risposta la dà il titolo stesso: La mia sfida più grande. Infatti mantenere l'equilibrio e non farsi trasportare dagli eventi sarà la più grande sfida di Sid. Peccato che Lucas non ha intenzione di starsene buono in un angolo e ben presto i battibecchi e le divergenze sfoceranno in vere e proprie sfide, oltre che in un'attrazione travolgente.

Ma mentre Sid ha già la consapevolezza di amarlo, Lucas non la vede neppure; è così diversa dalle donne che ha sempre frequentato, così diretta e maschiaccio, con quei vestiti che nascondono le forme e i capelli trattenuti in una coda. Inoltre lui non è ad Anchor Island per trovare l'amore e l'ex ragazza che l'ha lasciato per suo fratello è una cosa che ancora non riesce ad accettare. 
Eppure...



Che bello questo libro, l'ho letto in un paio di giorni! E ogni volta che dovevo staccarmi la mia testa rimaneva fra le pagine e la curiosità di scoprire la prossima sfida che si sarebbero lanciati mi divorava.

Ho trovato Sid una protagonista splendida nel suo essere fuori dagli standard. Una donna che non si vergogna di avere sogni diversi dalla maggior parte delle altre e che se una mattina vuole uscire di casa in tuta e senza trucco non si fa il minimo scrupolo. Fiera e coraggiosa non permette a nessuno di intromettersi nella sua vita e di certo non passerà mai per una donzella da salvare.

Lucas nelle prime pagine mi aveva fatto storcere il naso, mi sembrava un perfettino con la puzza sotto il naso, un bello che non sa ballare, ma precisamente al 10% della lettura mi ha dato un input pazzesco e ho capito che lo avrei amato. Sarà lui ad avere un'evoluzione più importante e a capire certi valori un po' dimenticati.



La serie di Anchor Island inizia con Scritto nel destino, il secondo è appunto La mia sfida più grande. Sono libri autoconclusivi, quindi si possono leggere indipendentemente dagli altri, anche se seguire l'ordine ci evita qualche grosso spoiler indesiderato.

Lo consiglio!



Carmen






Nessun commento:

Posta un commento