mercoledì 18 gennaio 2017

Recensione - Il caffè delle seconde occasioni di Alison Kent

Autore: Alison Kant
Editore: Amazon Crossing
Data di pubblicazione: 17 gennaio 2017
Pagine: 320
Prezzo e-book: € 3,99
Prezzo cartaceo: € 9,99




Sinossi: Kaylie ha deciso di tornare a Hope Springs, la cittadina in cui è cresciuta circondata dall’affetto di Winton e May, che l’hanno accolta nella loro famiglia come una figlia. Ora che non ci sono più, ha acquistato la casa in cui ha vissuto con loro e ha deciso di trasformarla in un ristorante, il Two Owls Café. Kaylie vuole dare una svolta alla propria vita, e vuole farlo a partire dalla passione più grande che May le ha trasmesso: preparare dolci, soprattutto brownies.
Sarà Ten Keller, il tuttofare più abile della città, gentile e affascinante, a occuparsi dei lavori. Ten è subito attratto dalla nuova arrivata, ma l’animo di Kaylie è chiuso e indurito dalle esperienze drammatiche di un passato che la tormenta ancora nei suoi incubi notturni. I suoi veri genitori l’hanno abbandonata da bambina, e lei ha bisogno di scoprire come sono andate le cose. Quando anche Ten le rivela una macchia oscura nei propri ricordi, Hope Springs sembra poter diventare lo sfondo perfetto di una splendida storia di amore e di riscatto.



Hope Springs è l'unico posto in cui Kaylie si sia mai sentita a casa. 
Dopo essere andata via per frequentare il college e aver trascorso qualche anno a lavorare per una pasticceria, il destino le dona l'occasione per poter ritornare in quel luogo tanto amato: la proprietà in cui ha vissuto è stata messa in vendita e chi meglio di lei potrebbe comprarla e accudirla come davvero merita?


Kaylie non perde tempo, impacchetta la sua vita e con il fedele Magoo fa ritorno nella piccola cittadina. Ha intenzione di aprire un cafè, oltre a voler scoprire qualcosa sui suoi genitori naturali.

Infatti da quando i servizi sociali l'hanno portata via in tenera età, Kaylie ha perso le loro tracce. E anche se è stata adottata da una coppia che l'ha amata e fatta sentire speciale, lei non smette di avere incubi sulla notte in cui è stata strappata alla famiglia e del perché loro non abbiamo mai fatto nulla per riaverla indietro. Che fosse colpa sua? 
Quel tarlo non vuole andare via, nonostante i buoni consigli che la sua madre adottiva le ha sempre dato.


Seppur la voglia di sapere la divori, Kaylie decide di dedicarsi prima di tutto alla ristrutturazione della casa, visto che ha intenzione di aprire il suo cafè proprio lì. Così assume un tuttofare che la aiuti, ovvero Tennessee Keller. 

Ten avrebbe tanto voluto comprare la residenza che ha acquistato Kaylie; lo stile con cui è stata costruita e tutto quel terreno intorno sarebbero stati perfetti per lui, ma nessuno gli ha detto che era stata messa in vendita e adesso si accontenterà di aiutare quella giovane donna a rimetterla in sesto.

Ma oltre ai lavori in corso succederà qualcosa di imprevisto tra loro due. Giorno dopo giorno, progetto dopo progetto, l'attrazione crescerà sempre di più, fino a diventare insostenibile.


La prima cosa che questo libro è riuscito a fare, è stato catapultarmi a Hope Springs, fra i suoi abitanti, di fronte alla maestosa casa appartenuta ai Wise.
Le descrizioni minuziose e mai pesanti mi hanno aiutato a calarmi con piacere nella lettura, quasi come se al posto di Kaylie ci fossi io.
La caratterizzazione dei personaggi è bellissima, conosceremo a fondo sia Kaylie che Tennessee, il passato che hanno vissuto e che li ha portati a essere ciò che sono oggi.
Come se fossero delle persone vere, ho tirato un sospiro di sollievo quando ho visto che nonostante i loro blocchi più o meno importanti, sono riusciti a dare una possibilità a loro stessi, oltre che al legame che si stava creando.

Sarebbe stato un libro da cinque stelle, ma - secondo il mio gusto personale - sono stati inseriti troppi spunti da sviluppare: la ristrutturazione della casa (molto presente), il racconto del passato di entrambi, la ricerca dei genitori naturali, POV di personaggi secondari. Tutti questi fattori hanno adombrato la storia d'amore e mi hanno fatto perdere un po' di curiosità di scoprire cosa sarebbe successo.

Lo consiglio a quei lettori a cui piace godersi ogni sfaccettatura di un libro e non solo quella sentimentale.

Carmen


Nessun commento:

Posta un commento