sabato 15 ottobre 2016

Recensione - Violet - Anime incomplete di Elena Munaretto

Autrice: Elena Munaretto
Editore: Self Publishing
Data di pubblicazione: 4 luglio 2016
Pagine: 227
Prezzo e-book: € 2,99
Prezzo cartaceo: -


Sinossi: Bradley è un giovane e promettente avvocato, ha una vita scandita da lavoro, ambizione, donne e amici e nulla sembra distrarlo nella sua cavalcata verso il successo finché, in una mattinata rocambolesca incontra lei. Troppo giovane, troppo bella, troppo spaventata, troppo fragile…
E tutte le sue sicurezze vanno in pezzi, il suo mondo certo e stabile, il suo destino brillante e già segnato. Perché quella giovane creatura di cui non sa nulla, nemmeno il nome, gli entra sotto la pelle, piccoli aculei che si infilano tra le pieghe arrivando al cuore. E nulla sarà più lo stesso…
Mille domande lo perseguitano. Nessuna risposta.
Perché una giovane ragazza vive nascosta tra i corridoi della metropolitana di New York?
Perché nessuno conosce la sua storia, il suo passato e ciò che l’ha portata lì?
Ma soprattutto perché un uomo intraprendente e brillante, dopo averla incontrata per caso, mette a soqquadro la sua vita per ritrovarla e scoprire qualcosa di più su di lei?



Violet è stata messa a dura prova dalla vita. Guardava il mondo con gli occhi dell'amore, un amore che le ha portato via tutto, compresa se stessa.
Adesso guarda lo stesso mondo con gli occhi della paura, fugge, si nasconde, pensa e ripensa al grande piccolo tesoro che ha perso e cerca di sopravvivere alla sua cruda realtà.



Uno giorno come tanti, sempre dal suo umile angolino dove le persone le gettano distrattamente qualche monetina addosso, succede qualcosa che la desta un po' dalla sua apatia: una persona, nella fretta di uscire dalla metropolitana, fa cadere una cartelletta con dei documenti, spargendoli tutti sul pavimento.
A Violet fa quasi tenerezza quell'uomo in difficoltà, così decide di aiutarlo afferrando un foglio che le era capitato vicino. Gli tocca la spalla e lui si volta di scatto, mostrandole i suoi occhi blu e un'espressione a dir poco furente. Ma non solo...


Bradley è un avvocato di trentadue anni, il lavoro è la cosa più importante che ha e si impegna molto per essere il migliore e far fruttare gli affari. La sua vita sentimentale è inesistente, a parte qualche breve avventura, e gli sta bene così. Eppure da qualche tempo, quando ritorna a casa la sera, sente che c'è qualcosa che gli manca, qualcosa dentro di sé che deve trovare la pace.
Un incontro fortuito in metropolitana scombussolerà la sua vita. Un paio di occhi violetti inizieranno a tormentarlo giorno e notte, spingendolo a commettere azioni che non avrebbe mai immaginato e portandolo a invaghirsi di una donna completamente fuori dai suoi standard.


Mi reputo una lettrice compulsiva, leggo tantissimo e di conseguenza spesso mi sono trovata alle prese con storie che trattavano la violenza sulle donne, e devo dire che Violet (insieme a Sei ore e ventitrè minuti e Una calda estate in Texas) è uno di quei libri che per particolarità di dettagli e sensazioni scaturite, mi rimarrà stampato nella memoria.

Violet è un personaggio estremamente fragile, ma alla fine tira fuori un coraggio e una voglia di vivere inimmaginabili.
Mi è piaciuto tanto anche Brad, il protagonista maschile. Lui è forte, intraprendente, un po' ruvido e sprezzante di carattere, ma quando si trova davanti a Violet, tutto ciò che è scompare diventando ciò di cui lei ha bisogno.
Insieme si troveranno a combattere dei veri e propri mostri sia interiori che in carne e ossa. Si scopriranno a vicenda, impareranno a conoscersi e diventeranno indispensabili l'uno per l'altra.

Violet è un libro a tutto tondo, dove - secondo me - non manca nulla. Abbiamo la storia di un trauma, la storia d'amore, quella della rivalsa e dell'altruismo e anche un po' di giallo, il tutto incastrato alla perfezione e scritto in modo fluido e coinvolgente. 

Quanto ho adorato questa storia? Tantissimo! Credo che la inserirò nelle mie letture preferite del 2016.
Super consigliato!

P.S. Una piccola richiesta all'autrice Elena Munaretto: potresti creare il cartaceo di questo piccolo gioiellino?  Lo voglio nella mia libreria!


Carmen


Nessun commento:

Posta un commento