mercoledì 6 luglio 2016

Recensione - Amore senza limite di Jay Crownover

Autrice: Jay Crownover
Editore: HarperCollins Italia
Data di pubblicazione: 23 giugno 2016
Pagine: 331
Prezzo e-book: € 6,99
Prezzo cartaceo: € 16,00

Sinossi: A volte è necessario distruggere tutto per costruire qualcosa di nuovo ... Sayer Cole sente freddo dentro. Almeno, così si è sentita da quando riesce a ricordare. E non permette a nessuno di andare oltre la sua gelida esteriorità, e l'unico ragazzo che pensa potrebbe sciogliere il suo cuore può non essere interessato a una persona così rigorosa. Ruvido, duro e terribilmente eccitante, Zeb Fuller ha dovuto ricostruire la sua vita e la sua attività di costruzioni in quanto tanti anni fa per proteggere la sua famiglia finì in prigione. La sua elegante cliente, Sayer, lo fa sentire come un uomo di Neanderthal in denim, ma nonostante lui cerchi in tutti i modi di conoscerla meglio, lei sembra ignorare il suo fascino. Proprio quando le cose finalmente iniziano a scaldarsi, il passato di Zeb torna a tormentarlo e ha bisogno dell'aiuto professionale di Sayer per rimediare a un errore e salvare molto più che se stesso. Mentre queste due personalità opposte si impegnano nella lotta della loro vita, il fuoco e il ghiaccio si scontrano in un'esplosione inarrestabile...


Che cos’hanno in comune il ghiaccio e il fuoco? Apparentemente nulla.
Uno è freddo e l’altro è caldo, uno si genera a basse temperature e l’altro a temperature elevate. Eppure, al tatto, producono lo stesso risultato... bruciano.

Sayer è una giovane avvocatessa in carriera, trasferitasi in una nuova città per stare accanto al fratello, di cui ha recentemente scoperto l’esistenza. Bionda e bellissima quando cammina per strada fa girare la testa e anima le fantasie di chi la osserva.
Infatti neanche Zeb sfugge al suo fascino. Imprenditore edile dal passato difficile, non appena la vede seduta al tavolino di un bar non esita un istante ad avvicinarsi e a farsi notare, e soprattutto non dimentica di lasciarle il suo bigliettino da visita.
Nonostante si avverta la presenza di un ostacolo invisibile che aleggia nell'aria, il destino è dalla loro parte in più di un'occasione, e la prima è quasi immediata: Sayer ingaggia l’impresa di Zeb per ristrutturare la sua nuova casa.
Per parecchie settimane i due si vedranno e avranno modo di parlare; settimane in cui Zeb prova a corteggiare la bella donna di ghiaccio in tutti i modi che conosce, ottenendo scarsissimi risultati. 


Per quanto Sayer appaia indifferente, dentro di lei si agitano acque calde piene di desideri, che non le fanno chiudere occhio durante la notte. Eppure non basta, perché in cuor suo sa di poter offrire davvero poco a colui che è ormai diventato la sua ossessione.


Ma Sayer non ha idea della persona contro cui crede di poter combattere. Zeb non è un uomo superficiale e non la lascerà scappare con tanta facilità. Ogni volta che lei fa un passo indietro, lui la raggiunge.


Purtroppo però, la fine dei lavori di ristrutturazione e la costante ritrosia di Sayer sembra che segnino la fine di ogni possibilità, almeno finché una sconosciuta non si avvicina a Zeb con una notizia sconvolgente che rimescolerà di nuovo tutte le carte in tavola.

Amore senza limite è il primo libro della serie Saints of Denver di Jay Crownover, anticipato dalla novella MM Amore senza paura.
Questo libro è tutto da assaporare, è una storia matura, profonda per tanti aspetti. Anche a distanza di giorni mi vengono in mente dei pezzetti e li vado a rileggere, per non parlare delle frasi da sottolineare.
Il protagonista maschile, la sua determinazione, la sua dolce insistenza, l’amore che cerca e vuole disperatamente donare, mi hanno colpito tanto. È un uomo che sa confortare e curare e scioglie anche il più gelido dei cuori.
Ho amato anche Sayer, una ragazza segnata da una crescita troppo rigida che l'ha indisposta quasi totalmente nel provare e manifestare le emozioni.
L’introspezione è forte e questa è una delle caratteristiche che più mi piace nei romanzi, perché mi dà l’opportunità di entrare nei più intimi pensieri dei personaggi e capire il perché di ogni loro atteggiamento.
L’unica cosa che non mi lascia dare un bel cinque sono i troppi personaggi all’inizio della narrazione. Non avendo letto la serie da cui è stata estrapolata poi lo spin off dei Saints of Denver, brancolavo completamente nel buio, non ricollocavo i volti e gli eventi che si raccontavano e quindi ero un po’ confusa; comunque non è un particolare che ha compromesso la mia voglia di portare a termine la storia.

Ve lo consiglio?

Ovviamente sì, ogni libro di questa serie sarà in bellavista nella mia libreria.


xoxo Carmen


Nessun commento:

Posta un commento