mercoledì 1 giugno 2016

Recensione - Nel tuo respiro di Sophie Jackson

Autrice: Sophie Jackson
Editore: Fabbri Editori
Data di pubblicazione: 19 maggio 2016
Pagine: 319
Prezzo e-book: € 6,99
Prezzo cartaceo: € 15,90

Sinossi: Max non riesce a lasciarsi alle spalle il passato: la dipendenza dalla droga, la fine della sua storia con Lizzie - la donna di cui era follemente innamorato e che non è capace di dimenticare - e la perdita del loro figlio. Dopo un periodo di disintossicazione in clinica, e dopo aver imparato a esplorare le sue paure più profonde e ad affrontare i tremendi incubi che lo tormentano ogni notte, Max decide di mollare tutto e trascorrere qualche mese in una cittadina in mezzo ai boschi. E lontano dalla metropoli, lontano dalle tentazioni, incontra Grace. Con il suo innato ottimismo e il suo amore per l'arte e la fotografia, sembra essere la ragazza perfetta. Nessuno per ora sa da dove venga, o perché sia così riservata riguardo al proprio passato. Nel corso del tempo, grazie alle ore trascorse a correre insieme lungo i sentieri di montagna e a un'attrazione sempre crescente, Max e Grace iniziano ad avvicinarsi l'un l'altra. Ma lui sarà ancora in grado di aprire il suo cuore e farsi travolgere dall'amore?



Esistono casi, casi molto rari e speciali, in cui l’incontro di due strade buie dà vita a un’esplosione di luce.
È questa la storia di Max e Grace.

Il tunnel di Max dura da anni, è infinito e ci fluttua inerme e privo di speranze. A volte il tunnel si trasforma in un pozzo e lui precipita senza però mai schiantarsi. Per quanto si impegni è bloccato con dei fili invisibili e la sua vita sembra condannata a un terribile destino.
Ex drogato in riabilitazione trascorre i giorni a capire il perché delle sue azioni passate; insieme al suo psicologo snocciola ogni accadimento alla ricerca dell’ostacolo che lo ha fatto cadere. Trascorre tre mesi in un istituto e quando esce, quella che prima era la sua normalità gli risulta totalmente estranea, persino i suoi amici, tanto che decide di andar via.
Anche il tunnel di Grace dura da anni. Fluttua e poi precipita, ma non tocca mai il fondo. I tentacoli del passato la tengono ben imprigionata in ricordi orribili che hanno ripercussioni pesanti sul suo presente.
Ragazza dolcissima con la passione per la fotografia si trasferisce in un paesino per provare a iniziare una nuova vita. Compra una casa da ristrutturare e trova lavoro in un bar come cameriera, continuando ad avere incontri fissi con suo fratello e la sua psicologa.
E proprio in questo paesino che Max e Grace si incontrano per la prima volta.
Diffidenti e già scottati, i due si tengono alla larga l’uno dall’altra, nonostante i loro occhi si cerchino in continuazione e l’attrazione palese che provano.


Quante emozioni con questo romanzo! La Jackson ha una penna particolarmente adatta nel descrivere il contatto fisico e la gestualità dei personaggi. Poche parole, ma scelte in maniera impeccabile ed ecco che arrivano i brividi. Bellissima anche l’introspezione dei protagonisti che permette di entrare nella loro mente e capire alla perfezione il perché di ogni atteggiamento.


Leggere questo libro è stato un percorso meraviglioso e intenso. Il susseguirsi di eventi è così travolgente che non sono stata in grado di abbandonare la lettura finché non è arrivata l’ultima pagina. Sono partita al buio, proprio come Max e Grace e insieme a loro ho trovato il coraggio e la fiducia, e ho iniziato a scavare per rivedere la luce.
In Nel tuo respiro non troviamo soltanto una storia d’amore, troviamo traumi, paure, legami. È vita vera.
Non posso fare altro che consigliarlo. Leggetelo, non ve ne pentirete!



Carmen


2 commenti:

  1. Ciao, con questa recensione sono ancora più curiosa nel voler leggere il libro. Il primo piacque molto anche a me. Non banale e per niente scontato. :)

    RispondiElimina